Agguato sull’isola – Elizabeth George

agguato-isola

È una nebbiosa mattina di dicembre quando, su una spiaggia nell’isola di Guernsey, viene ritrovato il cadavere di Guy Brouard, ricco uomo d’affari e benefattore della comunità. La polizia ferma China River, una fotografa californiana arrivata da poco sull’isola con suo fratello Cherokee per consegnare dei progetti architettonici a Brouard. China chiede aiuto all’amica di un tempo, Deborah, moglie di Simon St. James, esperto della Scientifica. Nella loro indagine privata, i St. James scaveranno nei segreti degli isolani, alla ricerca del colpevole…

Mi accingo un po’ titubante a commentare questo romanzo, che purtroppo si è rivelato una grandissima delusione. Dopo aver sentito parlare dell’autrice in termini lusinghieri, ho scelto di iniziare a conoscerla con un libro che non appartenesse alla serie dell’ispettore Linley, con cui ha raggiunto la notorietà.

Mai scelta si  rivelata meno azzeccata. Il romanzo è scialbo, noioso, scontato. La trama esile, inconsistente. Pagine e pagine colme dei pensieri contorti degli innumerevoli personaggi, protagonisti senza spessore, a tratti quasi infantili, soprattutto Deborah.

Confesso, l’ho terminato solo per il mio auto challenge di novembre. Altrimenti l’avrei abbandonato senza neanche arrivare a metà. Mi dispiace molto, ero convinta che la George potesse almeno avvicinarsi alla mia amatissima Agatha Christie, ma siamo lontani anni luce!

Mi fermo qui per non spoilerare e rovinare la lettura a chi la pensa diversamente e ama i suoi thriller. Su Goodreads darò qualche particolare in più.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *